RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO

CONTATTACI AL 3371098096

Le principali caratteristiche della cultivar di oliva Ottobratica

Diffusa soprattutto in Calabria, la cultivar di oliva Ottobratica è tuttavia presente in molti uliveti siciliani ed in particolare nell'area della provincia di Messina e lungo il versante ionico, dove è nota anche con il sinonimo di Dolce. Questa varietà autoctona ha un grado di autofertilità molto scarso, foglia ogliarolapertanto si fa ricorso all'impollinazione attraverso altre cultivar, e viene usata esclusivamente per la produzione e vendita di olio extravergine mentre la scarsa dimensioni dei frutti ne impedisce l'uso per il consumo da mensa.

Caratterizzata da una resa dell'olio di livello medio (intorno al 18%) che raggiunge il proprio massimo nel mese di Dicembre, l'oliva Ottobratica è resistente agli agenti atmosferici: essa infatti non mostra particolari suscettibilità alle variazioni di temperature anche piuttosto brusche e tollera bene sia il freddo che l'umidità dell'aria o la siccità. Buona è anche la resistenza alle malattie come l'Occhio di Pavone e agli attacchi di mosca, mentre è abbastanza suscettibile alla Verticillosi, al fungo Chiodino ed alla Lebbra. La produttività è buona ma frequentemente soggetta ad alternanza, mentre la raccolta si effettua preferibilmente tra i mesi di Ottobre e Novembre.

Caratteri morfologici dell'oliva Ottobratica

L'albero di oliva Ottobratica è molto vigoroso, ha portamento assurgente ed espanso ed una chioma molto fitta: ciò fa sì che queste piante abbiano un aspetto e delle dimensioni molto grandi.ogliarola messinese Le foglie hanno forma ellittica, sono di dimensioni medie ma con una larghezza leggermente più ampia, e sono prive di curvatura longitudinale, con un colore verde nella pagina superiore e tendenti al grigio in quella inferiore.

Il frutto durante la maturazione diventa di colore nero vinoso ed ha un'epoca di invaiatura precoce, forma allungata ed asimmetrica, apice appuntito e base troncata. Le drupe di Ottobratica sono di pezzatura molto piccola e generalmente non raggiungono i due grammi di peso, con un rapporto tra polpa e nocciolo inferiore a quattro. Sull'epicarpo sono presenti numerose lenticelle piccole che acquistano maggior visibilità durante l'invaiatura.

Aspetti nutrizionali ed organolettici dell'olio extravergine in vendita

L'olio extravergine di Sicilia ricavato dalle olive di Ottobratica a livello olfattivo si presenta come un fruttato di oliva leggero in cui affiorano in modo distinto delle sensazioni di erba tagliata, olio extraverginecarciofo e mandorla, anche se queste caratteristiche possono essere più sfumate o più accese a seconda del periodo in cui viene effettuata la raccolta delle olive. Il colore è giallo con riflessi verdi, ed a livello gustativo l'olio extravergine in vendita di Ottobratica è prevalentemente amaro e piccare con un retrogusto dolce di leggera intensità.

L'alta percentuali di polifenoli e tocofenoli rende questo olio molto ricco di Vitamina E e di antiossidanti, elementi che proteggono l'organismo umano dal manifestarsi di patologie cardiovascolari e tumorali e che prevengono la diffusione di radicali liberi che sono all'origine dei processi di invecchiamento. In cucina, l'olio extravergine di Ottobratica è ottimo per la preparazione di cibi crudi e insalate in genere, mentre è consigliatissimo anche per le fritture e per la cottura di verdure grigliate. Molto buona è anche la sua adattibilità per la guarnizione di dolci grazie al proprio gusto equilibrato.