RICHIEDI SUBITO UN PREVENTIVO

CONTATTACI AL 3371098096

Origini e caratteristiche della cultivar Mandanici

Tra le cultivar autoctone siciliane di ulivo figura anche la varietà Mandanici, conosciuta anche con le denominazioni di Calabrese e Nostrale (soprattutto nella zona di Messina). Questa tipologia è presente soprattutto negli uliveti delle zone di Catania e Messina ma anche in Calabria. Secondo alcune teorie, deriva dalla cultivar Calabrese e deve la sua nascita al lavoro di alcuni gruppi di monacifoglia mandanici basiliani che operavano nel versante ionico della provinca di Messina, nelle valli dell'Alcantara e presso piccoli centri come Pagliara e Mandanici, da cui il nome. L'olivo di Mandanici rappresenta una cultivar negletta o trascurata quindi ha una diffusione piuttosto scarsa. Si tratta di una varietà che cresce meglio su terreni con un suolo calcareo, sabbioso o sassoso e in grado di drenare efficacemente l'acqua senza trattenerla eccessivamente.

Ha un'ottima resistenza al caldo e al freddo tanto che è possibile trovare questa cultivar anche in zone collinari vicine alle coste, anche se soffre molto le gelate. I frutti sono di pezzatura molto ridotta ma risultano abbastanza semplici da raccogliere visto che sono in grado di resistere a lungo sull'albero. Ottima è inoltre la resistenza alla carenza d'acqua, tanto che per le piante più adulte talvolta viene preferita la coltivazione in asciutto, anche se ciò può andare a discapito della produttività mentre la resa dell'olio extravergine in vendita talvolta è bassa e non raggiunge il 16%. Tra le caratteristiche positive di questa cultivar è la costanza della produttività e la mancanza di cicli alternati, mentre è risultata piuttosto debole agli attacchi di mosca e occhio di pavone.

Caratteristiche fisiche e morfologiche

Gli olivi Mandanici sono alberi molto scenografici in quanto hanno portamento assurgente e quando non vengono curati adeguatamente possono arrivare a diversi metri di altezza, hanno frutta mandanici anche un'alta vigoria ed una chioma molto densa. Le drupe di questa cultivar hanno una pezzatura molto piccola, probabilmente una delle più piccole in assoluto tra tutte le cultivar autoctone siciliane, con un peso inferiore ai due grammi che rende questa cultivar adatta esclusivamente alla produzione e vendita di olio extravergine siciliano, e hanno un periodo di maturazione medio durante il quale si colorano di nero.

La loro forma è visibilmente allungata, asimmetrica, con apice appuntito e base arrotondata e con la presenza di umbone. L'epicarpo è in genere punteggiato da numerose lenticelle di piccole dimensioni. Le foglie hanno dimensioni medie e forma ellittica e lanceolata e sono curve e rivolte verso il basso.

Caratteristiche organolettiche e nutrizionali dell'olio extravergine in vendita

L'olio extravergine ottenuto dalla spremitura delle olive di cultivar Mandanici è innanzitutto connotato da una percentuale di acidità molto bassa, inferiore anche allo 0,5%, il che è notoriamente indice di un ottimo livello qualitativo. Esso, inoltre, alla vista si presenta di colore giallo o verde, mentre all'olfatto si segnala per un fruttato di oliva di intensità media accompagnato da sentori di carciofo e pomodoro verde. Il gusto di quest'olio extravergine è caratterizzato da un medio senso di piccante e amaro e con un leggero dolce che armonizza i precedenti. L'olio extravergine di Sicilia ha un contenuto medio di polifenoli e vitamina E che, come noto, svolgono una importante funzione antiossidante, mentre elevata è la percentuale di grassi trigliceridi. Il Mandanici è molto indicato per l'uso in cucina, su cibi sia crudi che cotti ed è pertanto un olio con ottimi risultati di vendita.